Approfondimenti tecnici e considerazioni ambientali sui nostri prodotti

Consigli utili per applicare una corretta mascheratura
4 – INFORMAZIONI TECNICHE SU EVENTUALI RILASCI DI AGENTI CHIMICI

Il nostro Silicone non ha la stessa composizione del normale silicone.
La speciale formulazione ed il periodo di “stagionatura” lo rendono
adatto per virtualmente tutti i trattamenti dove è necessario proteggere
un filetto, perno, etc.
I cappucci in Vinile spesso possono rilasciare piccole quantità di agenti
chimici che potrebbero creare problemi nei trattamenti di verniciatura o e-coating.
Per questo motivo i nostri prodotti in vinile sono sottoposti ad un lavaggio
industriale prima di essere commercializzati.

3 – E’ IMPORTANTE CHE IL PRODOTTO SIA RIUTILIZZABILE?

La riutilizzabilità del Silicone ed EPDM può rendere queste mascherature
più economiche nel lungo periodo rispetto al Vinile che tipicamente è usa e getta.

2 – A QUALE TEMPERATURA EFFETTUO LE MIE LAVORAZIONI?

La durata e la temperatura di lavorazione sono i fattori principali che
determinano la scelta della mascheratura appropriata.
Normalmente è consigliabile provare le alternative più economiche
prima di passare a prodotti più costosi. Ad esempio per verniciature a
polvere o cataforesi non è necessario utilizzare il silicone o EPDM.
Il nostro VINILE Alte Temperature può rappresentare la soluzione più efficiente.

1 – COME APPLICARE I CAPPUCCI IN VINILE
L’applicazione di un tappo o di una spina può essere eseguita attraverso una varietà di metodi. Velocità, praticità e semplicità dettano il metodo di scelta.
Ecco alcuni dei metodi consigliati:
  • Calore – L’esposizione a qualsiasi fonte di calore che raggiunge temperature di 140 ° F (60 ° C) a 180 ° F (82 ° C) ammorbidisce il vinile, facilitando l’applicazione. Una volta installato e raffreddato, mantiene la sua rigidità originale e la sua calzata sicura. (Nota: il riscaldamento non causa la dilatazione di un prodotto vinilico a un diametro maggiore.)
  • Fonti di calore consigliate:
  •  Lampade di calore: per ottenere i migliori risultati, allarga i tappi oi tappi su un’ampia superficie con il calore che si irradia verso il basso sullo strato superiore. Una lampada dovrebbe riscaldare adeguatamente un’area 9cmx9cm. In molti casi, diverse lampade posizionate su una superficie più ampia consentono a più operatori di lavorare da una workstation centrale.
  •  Hot Box: la collocazione dei tappi o dei tappi all’interno di un forno a bassa temperatura consente di preriscaldare una maggiore quantità di prodotti per l’applicazione. Qualsiasi tipo di forno a circolazione d’aria è adatto a temperature comprese tra 140 ° F (60 ° C) e 180 ° F (82 ° C). Questo metodo richiederà una doppia manipolazione, spostando il prodotto da una scatola all’altra alla workstation.
  • Pistole termiche: montate su una stazione di lavoro o un sistema di trasporto, le pistole termiche possono produrre abbastanza calore per ammorbidire i tappi oi tappi per l’applicazione. I prodotti non devono avere più di due o tre strati di profondità. Ancora una volta, un’area di riscaldamento centralizzata potrebbe ospitare più utenti.
  • Acqua calda: tappi e tappi possono essere immersi in acqua riscaldata e applicati bagnati, direttamente sulla maniglia. L’acqua funziona efficacemente come lubrificante per facilitare l’installazione. Dopo un periodo di 24 ore (approssimativo), l’acqua evapora e l’adattamento risultante sarà stretto e sicuro.
  • Adesivi: indipendentemente dalla quantità di interferenza tra il tappo o tappo e l’articolo, l’unica garanzia contro lo slittamento è l’uso di adesivo. Inoltre, c’è l’ulteriore vantaggio della colla che funziona come lubrificante durante l’installazione. A causa dei vari materiali, ad es. legno, plastica, metallo, ecc., diversi adesivi dovrebbero essere testati per funzionalità e facilità d’uso.
Si noti che il cappuccio o il diametro dell’impugnatura potrebbero non richiedere lo stesso grado di interferenza per adattarsi all’elemento quando si utilizza l’adesivo.
  • Lubrificazione: l’uso di alcuni tipi di lubrificazione può essere estremamente efficace nel velocizzare l’installazione di tappi e tappi. Un cappuccio o tappo sottodimensionato scivolerà facilmente sul substrato aggiungendo un lubrificante al processo di installazione. La lacca per capelli o una soluzione di acqua saponata funziona bene con qualsiasi tipo di vinile o tappo in gomma. Raccomandiamo una concentrazione di 1 cucchiaino di detersivo liquido per 1 gallone di acqua calda. Sia la lacca per capelli che il sapone residuo forniscono il beneficio secondario di agire come un adesivo dopo l’essiccazione.
Per applicare una soluzione di lubrificazione con sapone, basta spruzzare o immergere l’articolo nella soluzione prima di installare il tappo o la spina. Tappi di lunghezza superiore a 120mm con diametri sottodimensionati richiedono l’applicazione di lubrificante sia sul substrato che all’interno del cappuccio. In caso contrario, il tappo potrebbe “tergere” il lubrificante dal substrato durante l’installazione, lasciando un lubrificante minimo o nullo per la porzione maggiore della lunghezza.
  • Aria: con un’estremità sigillata contro il substrato, un dispositivo progettato per sigillare l’altra estremità del cappuccio mentre introduce la pressione dell’aria facilita lo scorrimento del cappuccio nella posizione desiderata.
  • Automazione: l’installazione di tappi o tappi può essere automatizzata con apparecchiature progettate per applicazioni ad alto volume. Con un design della macchina relativamente semplice che coinvolge una tabella di indicizzazione del carosello, tappi e tappi con diametri estremamente sottodimensionati possono essere installati rapidamente e in modo coerente.

Quando si rende necessaria la protezione o mascheratura di fori, filetti, perni, tubi ed altri particolari è utile trovare sempre la soluzione migliore. Che in ultima analisi rende l’industrializzazione della produzione più efficiente riducendo i costi ad aumentando la qualità del manufatto finale.

Promask offre una gamma molto ampia di tappi, cappellotti, nastri adesivi, tubi in silicone e particolari su misura.

Per questo abbiamo creato una sezione di approfondimento, dove spieghiamo le specifiche dei materiali utilizzati e di tutti i prodotti per la mascheratura e la protezione di fori e filetti da noi offerti.

PROTEGGERE o MASCHERARE?
Protezione – Analizzate quali componenti richiedono protezione e cosa deve fare il tappo o il cappuccio. Ad esempio, se dovete proteggere una filettatura interna (femmina) potreste selezionare un tappo che sigilla l’entrata del foro. Se l’applicazione richiede una schermatura dall’ingresso (battuta) potreste pensare and un nostro tappo con flangia o proteggi battuta.
Mascheratura – Analizzate l’area della superficie e le problematiche poste dal processo di mascheratura, che possono includere verniciatura, sabbiatura o asciugatura ad alte temperature. Ad esempio, se state mascherando una serie di fori in un ambiente a temperatura elevata potreste scegliere un tappo in silicone stabilizzato HT. Se invece avete da mascherare dei perni controllate tutta la gamma di cappellotti in silicone HT.

La scelta del materiale giusto per il vostro ambiente di lavoro otrattamento ha un peso importante nella scelta finale. Uno dei fattori più critici è il calore. Ciò può infatti indicare immediatamente il tipo di materiale da utilizzare. Un cappuccio in silicone stabilizzato puòessere impiegato in sicurezza a +280°C, mentre il polietilene resiste solo fino a 65°C, il vinile standard circa 90°C.
Un’altra considerazione riguarda la resistenza del tappo o del cappuccio a un ambiente ad alto impatto o in cui è richiesto un assorbimento degli urti o durata alla semplice esposizione degli agenti atmosferici. Se non si considera il materiale, si rischia di sprecare denaro e ritardare il proprio progetto.

Comprendere il processo di produzione consente di capire in che modo tappi e cappucci possono essere applicati. Questi possono variare da processi manuali a lavorazioni altamente industrializzate. Un cappuccio a pressione o flangiato può essereapplicato per adattarsi a profili diversi. Ciò consente rapide applicazioni manuali, essenziali se desiderate risparmiare tempo. Nei processi che prevedono l’uso di macchinari, è sempre consigliabile affettuare vari test per controllare se un prodotto standard può essere utilizzato e se sia meglio richiedere una produzione a misura.

Il processo di rimozione può essere svolto internamente al proprio ambiente di produzione o presso il cliente.
Qualora ciò avvenga nel vostro ambiente di produzione, le applicazioni che richiedono la protezione di filettature o profili devono essere rimosse con attenzione e questo può richiedere del tempo. Per questo è importante considerare la riutilizzabilità dei tappi e cappucci. E’ evidente che maggiore è il numero di cicli per i quali il tappo è utilizzabile e minori saranno i costi di produzione.
Se la rimozione avviene presso i vostri clienti la facilità di rimozione è essenziale. Offrire loro un’esperienza positiva è importante, quindi l’utilizzo di prodotti  da di una linguetta di tiro o di una flangia al cappuccio o al tappo contribuirà con velocità ed efficienza al processo di rimozione.

Tenere conto dell’ambiente è essenziale quando si vuole proteggere componenti o prodotti e voi
potete decidere quale tappo o cappuccio impiegare per il vostro progetto. Cercate sempre di utilizzare prodotti che possano essere recuperati. Anche se il costo iniziale è superiore, il risparmio poi diventa esponenziale nel tempo ogni volta che si riutilizza con minori costi di smaltimento e vantaggi evidenti per l’ambiente.